Banner Top

L’ArcheoClub d’Italia compie mezzo secolo e festeggia il suo giubileo con un ciclo di 22 webinar, in programma settimanalmente dal 15 gennaio a fine maggio.

I seminari web, della durata di un’ora e aperti a tutti, potranno essere seguiti in diretta sulla piattaforma zoom e sulla pagina facebook della storica associazione dedicata alla tutela e valorizzazione del patrimonio archeologico italiano e, in generale, dei beni culturali e ambientali del Belpaese.

 

A “I venerdì dell’ArcheoClub d’Italia”, questo il nome dell’iniziativa in streaming on line dalle 18, partecipa l’ArcheoClub di Sulmona. Il sodalizio abruzzese, nell’evento conclusivo del 28 maggio sul tema “Eventi sismici e patrimonio culturale”, sarà protagonista dell’incontro sulla prevenzione sismica applicata agli edifici storici, raccontando l’esperienza di “Sulmona Città Sicura”, il progetto di mappatura della vulnerabilità sismica degli edifici privati cittadini, frutto della convenzione firmata nel 2017 dal Comune e dall’associazione dei tecnici “Sulmona Città Sicura”.

Il primo webinar, venerdì 15 gennaio, è dedicato al restauro pittorico.

 

Archeologia, architettura, ingegneria naturalistica, arte, storia, turismo, normativa, protezione civile sono i grandi temi legati ai beni culturali che saranno approfonditi nelle 22 dirette da più di una trentina di archeologi, architetti, geologi, esperti del paesaggio, di arte e di beni storici, restauratori e professionisti attivi nel campo del turismo culturale.

Gli esperti condurranno alla scoperta di siti sottomarini archeologici, di bellezze uniche al mondo, di paesaggi e restauri, mostrando i vari campi in cui ArcheoClub d’Italia opera da cinquant’anni grazie ai suoi soci.

 

L’associazione nacque nel 1971 come Centro di documentazione archeologica, per sostenere in modo concreto gli studiosi e gli esperti dell’archeologia nella divulgazione della conoscenza del passato.

Tra i fondatori, sottolinea Rosario Santanastasio, presidente nazionale del sodalizio, «esperti importanti come Massimo Pallottino, allievo di Giulio Quirino Giglioli e primo docente di Etruscologia alla Sapienza di Roma, Gianfranco Paci cattedratico di Epigrafia romana e Storia romana, il professor Romolo Augusto Staccioli, il filosofo Francesco Berni, ideatore e promotore instancabile.

 

Nel 1971 nacquero anche alcune sedi locali.

Oggi ArcheoClub conta 140 sedi in tutta Italia e 5mila soci.

 

«L’immenso patrimonio archeologico, storico-artistico, architettonico e ambientale presente sul territorio italiano costituisce da sempre una grande attrattiva per il mondo intero» prosegue Santanastasio «Custodirlo e valorizzarlo, richiamando i cittadini alla responsabilità e al dovere di collaborare con le istituzioni, in primis le amministrazioni locali, le università, le soprintendenze, i poli museali, è la premessa su cui i fondatori posero le prime basi. ArcheoClub prosegue il,suo impegno stipulando protocolli con queste importanti istituzioni e gestisce in Italia importanti siti archeologici, beni culturali, musei di cui i nostri volontari si prendono cura con costanza».

 

 

 

 

.

Banner Content

Articoli correlati

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario

Scrivilo Tu

scrivi articolo

Archivi

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario