Banner Top

Negativo l’ultimo ricoverato, all’ospedale civile Mazzini di Teramo chiude il reparto di Rianimazione Covid.

Risultato per due volte negativo al tampone, che rivela il contagio da Coronavirus, l’ultimo paziente ricoverato nel presidio ospedaliero Mazzini di Teramo, nella Rianimazione appositamente allestita per i malati di Covid-19, il reparto può finalmente chiudere i battenti. Ed è una bella notizia per tutti, attesa da tempo.

Il paziente, ricoverato dal 24 marzo scorso, oggi pomeriggio viene trasferito in Rianimazione generale.

«Si tratta di una persona che ha ovviamente ancora bisogno di cure riabilitative ma che ormai ha sconfitto il virus» dice Stefano Minora, direttore del Dipartimento di Emergenza-Urgenza e primario della Rianimazione teramana «Sono contento del lavoro che abbiamo fatto, che ha richiesto grandi sacrifici ma ci ha anche dato grandi soddisfazioni. Gestire contemporaneamente due Unità di Terapia intensiva, peraltro ubicate in due diversi edifici, ha costretto il personale a turni massacranti, ma oggi le dimissioni dell’ultimo paziente, riempiono di senso tutto il nostro lavoro. Finalmente medici e infermieri potranno godersi qualche meritato giorno di ferie».

 

«Spero che nessun paziente Covid positivo abbia più bisogno di cure intensive, ma ci siamo comunque preparati allestendo ulteriori tre posti all’interno della Rianimazione generale che, nel caso, potranno essere utilizzati» prosegue il dottor Minora «Ringrazio ancora una volta tutti gli operatori della Rianimazione che hanno mostrato grande passione per il proprio lavoro e un tale spirito di abnegazione senza il quale non ce l’avremmo mai fatta».

 

A tre mesi dall’inizio della pandemia Covid-19, per la prima volta l’ospedale Mazzini di Teramo non ha ricoverati dei pazienti positivi Coronavirus.

La Asl teramana comunica che restano comunque attive tutte le precauzioni già in atto per evitare nuovi possibili contagi, mentre si torna piano piano alla normalità.

 

(a.fu.)

Banner Content

Articoli correlati

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario

Scrivilo Tu

scrivi articolo

Archivi

spinosi,artruvarte,banner pubblicitario